Forme di resistenza. La storia dopo il cinema. Percezione, senso, azione nel mondo visto

XIII edizione Tertio Millennio Film Fest
Roma, 30 novembre – 6 dicembre 2009
Cinema Sala Trevi – sala della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia –  Vicolo del Puttarello, 25
Cinema Delle Province di Roma – Viale delle Province, 41

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cinema e modernità
La XIII edizione del Tertio Millennio Film Fest torna a riflettere sul rapporto tra il cinema e la contemporaneità, tentando di proporre percorsi, fornire materiali per la riflessione, offrire occasioni d’incontro e approfondimento. “Forme di Resistenza. La storia dopo il cinema. Percezione, senso, azione nel mondo visto” è il titolo della manifestazione. “Il focus – ha spiegato Dario E. Viganò, presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo – è sul cinema come ricerca estetica e di linguaggio, forma evoluta del discorso contemporaneo, momento d’eccellenza nel quale “l’immagine pensa”: lavoro sulle forme e insieme forma d’intervento sul mondo. La rassegna porta grande attenzione da un lato ai Paesi dell’Est, come ad esempio quelli dell’ex Unione Sovietica per sottolineare il passato, dall’altro a realtà come quella dell’Iran guardando ad un inquieto presente. Un Festival, dunque, in cui si cerca di capire come attraverso il cinema si costruisce la modernità”. “Il Dicastero Vaticano della Cultura si interessa sempre di più al cinema, collaborando con l’Ente dello Spettacolo e la Lumsa, per riuscire a stimolare la partecipazione dei registi di Paesi remoti, anche attraverso incontri diplomatici, come sprone per attrarre sempre più autori.” S.E. Mons. Ravasi.

Il Tertio Millennio Film Fest è primo festival realizzato con il Patrocinio del Vaticano. Arrivato alla sua tredicesima edizione, è organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo presieduta da Dario Edoardo Viganò e dalla Rivista del Cinematografo, sempre da lui diretta. È curato in collaborazione con i Pontifici Consigli della Cultura e delle Comunicazioni Sociali, con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, con il contributo della Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il Festival ha avuto il patronato della Presidenza della Repubblica e il patrocinio dell’assessorato alla cultura del comune di Roma.

 

Convegno Internazionale di Studi
Forme di resistenza. La storia dopo il cinema. Percezione, senso, azione nel mondo visto
Roma, 24 – 25 novembre 2009
Cinema Sala Trevi – Vicolo del Puttarello, 25

“Forme di resistenza” è il titolo che ha unito il Tertio Millennio Film Fest e il Convegno Internazionale di Studi, articolato in due mezze giornate di lavori, inaugurate dagli interventi di Mons. Gianfranco Ravasi e Mons. Claudio Maria Celli. Il Convegno ha radunato studiosi, accademici e autori intorno al tema “La Storia dopo il cinema. Percezione, senso, azione nel mondo visto”. Daniele Vicari, Giorgio De Vincenti, Marco Maria Gazzano, Marco Perniola e altri si sono alternati nel proporre il cinema come strumento di conoscenza e di emozione, d’interrogazione e di costruzione di senso, di pensiero e di rilancio vitale.

 

Evento speciale
Fede nel cinema – retrospettiva dedicata a Bernard Émond
Roma, 14-16 dicembre 2009
Cinema delle Province di Roma, viale delle Province, 41

Fede, Speranza e Carità per chiudere la tredicesima edizione di Tertio Millennio Film Fest. Il 14, 15 e 16 dicembre presso il Cinema delle Province di Roma si è tenuto un evento speciale dedicato al regista canadese Bernard Émond, con la proiezione della sua trilogia incentrata sulle tre virtù teologali – Fede Speranza e Carità. Si tratta di La neuvaine, Premio della Giuria Ecumenica al Festival di Locarno, Contre toute espérance e La donation, Premio della Giuria Giovani sempre al Festival elvetico. “Spesso mi hanno chiesto il motivo per cui un non-credente – ha detto Bernard Émond – si attaccava a un simile argomento. È dal saggista del Québec Pierre Vadeboncoeur che ho trovato la risposta migliore. Egli scrive che queste tre virtù attraversano la condizione umana e operano un capovolgimento delle cose. Esse vanno contro-corrente, contro il destino, contro l’ordine di un mondo spietato e disincantato. Sono sovversive”. La retrospettiva è stata organizzata dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana e l’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della CEI: “E’ bello che due realtà cinematografiche diverse, ma attive entrambe sul territorio nazionale da oltre sessant’anni, come FEdS e Cineteca collaborino con unità di intenti a una distribuzione alternativa, non commerciale, che colmi per quanto possibile le lacune di quella ufficiale, spesso sonnacchiosa e latitante nel cogliere quanto di più interessante, attuale e coinvolgente emerga dal mare della cinematografia contemporanea”. (Matteo Pavesi, direttore della Fondazione Cineteca Italiana).

I film in programma

Popieluszko

Donne senza uomini

Lourdes

Tra le nuvole

Uomini contro

Io, loro e Lara

In the Dark

Bread Day

Durakovo: Village of Fools

The Pipeline Next Door

Landscape

Revue

Harbour

Earth of the Blind

The Bell

Cosmic Station

Material

Mein bruder. We’ll Meet Again

Heiran

Torgheh

 

Incontri con gli Ospiti

Firouzeh Khosrovani regista del film Rough Cut

Nino Kirtadze regista del film Durakovo: Village of Fools

Sergei Loznitsa regista del film Revue, Earth of the Blind¸ The Bell

Audrius Stonys regista del film Harbour