La Storia

Nato su impulso di Papa Giovanni Paolo II nel 1997 e organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con il patrocinio della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, del Pontificio Consiglio della Cultura, dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali CEI, della Direzione Generale Cinema MiBACT e dell’Assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma, il Tertio Millennio Film Festival è da sempre attento a indagare i temi legati alla spiritualità e da alcuni anni si propone come luogo di dialogo interreligioso e interculturale tra le comunità cattolica, protestante, ebraica e islamica.

Caratterizzato da un ricco palinsesto di proiezioni di pellicole provenienti da tutto il mondo, incontri con gli autori, un concorso di film cortometraggi a tema e un convegno di studio e d’approfondimento, il festival si tiene ogni anno in dicembre a Roma.

Il Tertio Millennio Film Fest è anche l’occasione in cui vengono consegnati i premi della Rivista del Cinematografo, gli RdC Awards secondo le seguenti categorie:

Premio Navicella Cinema Italiano

Premio Navicella Fiction

Premio Rivelazione 2017

Premio Colonna Sonora

Premio Miglior Interpretazione Canora

Premio Opera Prima – Sono arrivato prima!

Premio Diego Fabbri al miglior libro di cinema

 

Nel 2017 la Fondazione Ente dello Spettacolo ha promosso il contest “A corto di identità”, primo concorso di cortometraggi nato dalla volontà di dare voce e valorizzare la creatività di autori di tutte le età sul tema del Tertio Millennio Film Fest. I primi tre classificati sono stati premiati durante la cerimonia di gala degli RdC Awards.

Dal 2017 il Tertio Millennio Film Fest è diventato un festival competitivo. Due sono i riconoscimenti assegnati nell’ambito del festival: il Premio Tertio Millennio al miglior film del concorso e un riconoscimento ai primi tre finalisti del contest di cortometraggi legato al tema del festival. Nella prima edizione il Premio Tertio Millennio è stato assegnato al film indiano Walking with the Wind di Praveen Morchale, mentre sono andati a Rondini in terra di Nicola Campiotti, Nako – La Terra di H.B. Kourouma, Lamin Manka, Ali Abdala Hashi e Displaced di Milad Tangshir. i riconsocimenti per il contest A corto di identità.