PRENOTA IL TUO POSTO

INTERPRETI: Yuriy Borisov (Capitano Volkonogov), Timofey Tribuntsev (Maggiore Golovnya), Nikita Kukushkin (“Kiddo” Veretennikov), Aleksandr Yatsenko (Maggiore Gvozdev), Natalya Kudryashova (Elizarova) Vladimir Epifantsev (Zhikharev), Dmitriy Podnozov (Professore), Igor Savochkin (Zio Misha) | SCENEGGIATURA: Natasha Merkulova, Aleksey Chupov in collaborazione con Mart Taniel | FOTOGRAFIA: Mart Taniel | MONTAGGIO: François Gedigier | SCENOGRAFIA: Sergey Fevralev | COSTUMI: Nadezhda Vasileva | PRODUZIONE: Valeriy Fedorovich, Evgeniy Nikishov, Aleksandr Plotnikov per Place of Power, LOOKFILM, Homeless Bob Production, Kinovista | DISTRIBUZIONE: I Wonder Pictures

Drammatico; Russia-Estonia-Francia; 2021

V.O. con sottotitoli in italiano

Il capitano Fedor Volkonogov, ligio e rispettato tutore della legge in URSS, assiste a una serie di interrogatori sospetti rivolti ai suoi colleghi. Consapevole che presto toccherà anche a lui, decide di fuggire ma ben presto inizia a essere braccato dagli stessi ex compagni di lavoro. Vulnerabile e senza speranza, Feodor si rende conto che il pentimento è per lui l’unico modo di sfuggire al  tormento eterno dell’Inferno. Ma il tempo stringe e la caccia all’uomo si fa sempre più incalzante.

 

NOTE DI REGIA

Il capitano Volkonogov è scappato è una parabola postmoderna con elementi di un thriller mistico. È la storia cupa di un carnefice che all’improvviso scopre di avere un’anima. Un’anima che ha bisogno di essere salvata, ma il tempo è poco. Quindi per il Capitano ha inizio una disperata ricerca di redenzione spirituale. Gli autori del film trovano estremamente difficile convivere con l’idea che nel mondo moderno esistano ancora le torture e che ogni giorno, da qualche parte nel mondo, qualcuno stia ancora torturando altri esseri umani. Potenzialmente, se il sistema decide di trasformarti in un carnefice, chiunque può diventarlo. Ma dopo si può sperare nel perdono? Esiste un paradiso per i carnefici?