Kyv è stato ferito a morte nella guerra del Donbass. Appartenente alla minoranza tatara di Crimea, era partito volontario nello schieramento ucraino per combattere contro gli oppressori russi. Il padre di Kyv, già contrario alla scelta, è costretto a identificare il suo corpo senza vita. Caricata la salma in auto, assieme al figlio minore si mette in viaggio verso la Crimea, dove intende seppellire il primogenito nel rito musulmano secondo la tradizione tatara.

V.O. con sottotitoli in italiano