Edizione 2022

Prima assemblea generale per la XXVI edizione del Tertio Millennio Film Fest

Si è svolta ieri, 20 aprile 2022, presso il Pontificio Consiglio della Cultura, la prima assemblea generale della XXVI edizione del Tertio Millennio Film Fest, il festival cinematografico nato su impulso di Giovanni Paolo II e organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo.

Durante l’assemblea è intervenuto Sua Eminenza Card. Gianfranco Ravasi che, dopo essersi complimentato con Mons. Davide Milani, Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo, «per aver portato l’Ente a un livello così alto», ha ricordato che l’importanza del festival consiste nel dialogo interreligioso e interculturale cui dà voce e la cui presenza diventa sempre maggiore: sono infatti coinvolte le comunità cattolica, protestante, ebraica, islamica, induista e buddhista.

L’ha sottolineato anche Mons. Stefano Russo, Segretario generale della CEI, citando Papa Francesco che più volte ha affermato che «il dialogo tra le religioni è un dialogo per la pace e di pace abbiamo bisogno soprattutto in questo tempo che stiamo vivendo».

Il Dott. Paolo Ruffini, Prefetto del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, ha poi evidenziato il valore di far parte del tavolo di lavoro per il festival perché «significa avere la consapevolezza che in un mondo fatto di cose che disuniscono, ci sono altrettante cose che uniscono».

È intervenuto anche Mons. Davide Milani circa l’importanza del dialogo sostenendo che quest’ultimo non è un tema ma è qualcosa che accade: «La Fondazione Ente dello Spettacolo ha questo mandato dalla CEI. Si impegna attraverso il cinema che è un potente strumento di comunicazione e attraverso il festival che è il tramite tra il cinema e l’uomo».

Don Giuliano Savina, Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della CEI, ha parlato di una «trasversalità che rende partecipi tutte le realtà. Ciò genera intrecci e – citando Paul Ricœur, ha precisato – nell’intreccio c’è un passaggio dal sospetto alla fiducia».

I lavori sono proseguiti con gli interventi dei direttori artistici Gianluca Arnone e Marina Sanna e degli esponenti delle comunità religiose coinvolte: don Fabrizio Capanni, Hamdan al-Zeqri, Guglielmo Doryu Cappelli, Sira Fatucci, Saul Meghnagi, Imam Yahya Pallavicini, Elena Ribet, Svamini Suddhananda, Gianna Urizio.

Ogni intervento è stato volto alla costruzione della XXVI edizione del Tertio Millennio Film Fest, in programma dal 14 al 18 novembre 2022. I primi passi riguardano la nomina del comitato interreligioso, presieduto da Don Giuliano Savina e formato dai referenti scelti dalle varie comunità. Vista, inoltre, la crescita del festival negli ultimi anni, è stata avanzata la proposta di un tavolo di lavoro per la definizione di uno statuto.

Il festival è realizzato con il patrocinio del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, del Pontificio Consiglio della Cultura, del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana, dell’Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della CEI, del Cortile dei Gentili, del Pitigliani – Centro Ebraico Italiano, dell’UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, della COREIS – Comunità Religiosa Islamica Italiana, dell’ U.CO.I.I. – Unione delle Comunità Islamiche d’Italia, dell’Associazione Internazionale Protestante Cinema INTERFILM, dell’Associazione Protestante Cinema “Roberto Sbaffi”, dell’Unione Induista Italiana e dell’Unione Buddhista Italiana.